Il 50° della DOC del Cirò è stato celebrato a Vinitaly con una ‘degustazione storica”

dav

La storica doc calabrese ha festeggiato le nozze d’oro con la degustazione più profonda della storia, presente Mario Oliverio Presidente Regione Calabria

50 anni e non sentirli potrebbe essere il motto della storica degustazione che si è tenuta alla 53 esima edizione del Vinitaly dove il territorio di Cirò si è reso protagonista con una degustazione storica che ha celebrato il 50esimo anniversario della Doc Cirò, una delle denominazioni tra le più antiche d’Italia e prima in Calabria.

La storica kermesse si è svolta Lunedì 8 aprile alle 15 nella sala Iris, al Pala Expo, in occasione del Vinitaly dove è stato illustrato questo percorso di assaggio inedito reso ancora più affascinante ed emozionante dalle parole di Walter Speller, tra i massimi critici del vino nello scenario internazionale e referente per l’Italia di JancisRobinson.com, il quale si è avvalso del supporto di Gennaro Convertini, Presidente dell’Enoteca Regionale e Giovanni Gagliardi di vinocalabrese.it. Un viaggio nel tempo che ha illustrato diverse sfumature e la straordinaria longevità del vitigno principe della cultura vinicola calabrese, già prestigioso in epoca Classica.

Sono stati degustati sette vini rappresentativi della Doc, un viaggio tra passato, presente e futuro, vini di aziende che hanno scritto la storia contemporanea del Cirò e vini della nuova generazione di produttori e vignaioli che stanno portando avanti l’eredità di questo patrimonio culturale.

Ad aprire la batteria è toccato al Cirò Rosso Classico Riserva, 1969 della cantina Ippolito 1845, poi è stata la volta del Cirò Rosso Classico Superiore Riserva, 1973 di Caparra & Siciliani, a seguire il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva “Duca San Felice”, 1985 di Librandi e il Cirò Rosso Classico “Alceo” 1999 di Zito, per poi passare agli anni 2000 con il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva, 2007 di Senatore Vini è stato riservato spazio anche alle vendemmie di questo decennio con il Cirò Rosso Classico Superiore Riserva “Più Vite”, 2011 di Sergio Arcuri e il Cirò Rosso Classico Superiore 2013 di  Cataldo Calabretta.

A fare gli onori di casa è stato Raffaele Librandi, presidente del Consorzio Vini di Cirò e Melissa. Sono intervenuti Giacomo Giovinazzo, direttore del Dipartimento Agricoltura della Regione Calabria, Mauro D’Acri, delegato Agricoltura del Consiglio Regionale e Mario Oliverio, Presidente Regione Calabria.

Vai alla barra degli strumenti