Hotelex 2019: bilancio positivo per Fabbri alla fiera di Shanghai

Dati di chiusura e risultati alla mano, l’azienda di Bologna commenta la sua partecipazione

alla grande fiera cinese dedicata al food service e all’ospitalità. «Una grande occasione

per promuovere e far conoscere il made in Italy agroalimentare»

Bologna, maggio 2019 – «Da anni portiamo in Cina la tradizione del dolce made in Italy. Anche per questo Hotelex, la grande fiera di Shanghai dedicata al foodservice e all’ospitalità, è un appuntamento immancabile per la nostra azienda. Quest’anno ci siamo andati addirittura con due stand, uno dedicato a gelateria e pasticceria e uno dedicato a cocktail e caffetteria: abbiamo voluto presentare in modo dettagliato e completo l’ampiezza delle nostre gamme di prodotti per i professionisti».

Così da Fabbri 1905 commentano i dati di chiusura di Hotelex 2019 e tracciano un bilancio della presenza alla food fair cinese, appuntamento imperdibile per tutte le grandi aziende del food & beverage che portano i loro prodotti anche in Oriente.

Due le specialità Fabbri che hanno spopolato a Shanghai quest’anno.

Allo stand dedicato al gelato e alla pasticceria, l’ultimo nato della linea Simplé, creata per permettere di ottenere un ottimo gelato di produzione propria solo con un mantecatore e la semplice aggiunta di latte o acqua. Si tratta di Aloe, gusto fresco e fruttato che mette in vaschetta la bontà della “pianta dei mille benefici”.

Allo stand dedicato alla caffetteria, invece, una novità amata soprattutto dai consumatori orientali: Crema Salata, morbida e densa specialità a base di latte salato.

Negli anni Fabbri ha sempre cercato di interpretare il food & beverage italiano in oriente, promuovendolo sul campo. Un impegno che, sia nel 2017 sia nel 2018, è valso all’azienda il Panda d’Oro, riconoscimento assegnato dalla Camera di Commercio Italiana in Cina durante il tradizionale gala patrocinato dal Ministero dello Sviluppo Economico e dall’Ambasciata d’Italia a Pechino.

«La nostra azienda si è insediata a Shanghai quando pochissime società italiane sceglievano di farlo» aggiungono da Fabbri. «Il made in Italy agroalimentare è uno dei patrimoni più importanti del nostro paese: va fatto conoscere. Noi siamo orgogliosi di continuare a promuoverlo. Come ogni anno, Hotelex ci ha dato grandi soddisfazioni e la possibilità di entrare in contatto con 140.000 operatori del settore: non vediamo l’ora di tornarci l’anno prossimo».

Vai alla barra degli strumenti