BOTTIGLIE APERTE 2019 TENUTA MAZZOLINO TRA I PROTAGONISTI DELLA MANIFESTAZIONE ENOICA MILANESE

 

La cantina di Corvino San Quirico torna anche quest’anno
al Superstudio Più di Via Tortona il 6 e 7 ottobre

 

I wine lover e gli addetti ai lavori potranno degustare le etichette della cantina
con un occhio di riguardo per la 30a annata del NOIR, Pinot Nero vinificato in rosso

Ottobre 2019 – Un progetto enoico inedito che armonizza ambizioni internazionali e legame con il territorio: questa è Tenuta Mazzolino – venti ettari vitati, sulla riva destra del Po, nella zona collinare a ridosso degli Appennini, nel cuore di una grande zona di origine controllata, l’Oltrepò, nella provincia di Pavia, terra fatta di sapori e tradizioni tutte da scoprire. La tenuta – oggi guidata da Francesca Seralvo, terza generazione, che nel 2015 abbandona i codici dell’avvocatura proprio per dedicarsi a tempo pieno alle vigne del nonno – presenta la gamma dei suoi vini – cinque bianchi e tre rossi – con una particolare attenzione all’etichetta di punta, il NOIR, un Pinot Nero in purezza, frutto dell’oasi di Borgogna ricreata dall’azienda in Oltrepò.

Le sfumature di questo rosso di carattere – vitigno principe dell’enologia mondiale tanto famoso quanto bisognoso di cure e attenzioni, sia in vigna sia in cantina – cattureranno i palati più esigenti, conquistati da quanto “racconta” in bocca – ampio, raffinato, pulito, morbido preludio a un finale lungo e persistente, con sentori di frutti rossi maturi e spezie piccanti – e al naso, con un aroma ricco e seducente di frutti di bosco maturi, spezie e boisé, tipico dell’affinamento in legno. E l’annata 2015 porta in sé anche in pizzico di storia, quella dei 30 anni dalla prima produzione del 1985, un connubio pluripremiato di complessità e finezza. Il Pinot Nero “Noir” di Tenuta Mazzolino è un vino rosso nobile e di grande importanza, oggi simbolo della cultura e della tradizione vinicola dell’Oltrepò Pavese.

La cantina di Corvino San Quirico annovera tra le sue etichette anche: Blanc – Chardonnay anch’esso in stile borgognone – e le nuove etichette 2018 di Camarà – un bianco fresco, elegante e armonico, dalle grandi bevibilità e sapidità – e di Terrazze, un Pinot Nero giovane, dal colore rosso rubino, fresco e autentico. Gli amanti delle bollicine, invece, potranno deliziarsi con i metodi classici Blanc de Blancs – Chardonnay in purezza millesimato – e Cruasé – Pinot Nero vinificato in rosa – denominazione che nasce dalla crasi di Cru e Rosè, una vera chicca spumantistica.

Attenzione, qualità e passione: queste le caratteristiche di Tenuta Mazzolino, un autentico clos borgognone immerso nel cuore della DOC Oltrepò Pavese: otto etichette per 120.000 bottiglie l’anno sono i numeri di un’azienda vitivinicola che ha saputo differenziarsi nel panorama enologico internazionale con vini di rara eleganza, grazie alla competenza del team di enologi e agronomi guidato dall’esperienza di Kyriakos Kynigopoulos – enologo di fama internazionale e grande esperto di Pinot Nero e di Chardonnay – incontrato dalla proprietà a Beaune nel 1999 e ancora oggi consulente della cantina.

L’appuntamento è a Bottiglie Aperte, il 6 e 7 Ottobre, evento di apertura della Milano Wine week, ovvero “The Milanese way of wine”.