La Molisana acquista 100 cuscini per contribuire alla realizzazione del reparto di maternità dell’ospedale di Rumbek in Sudan

Pezzi unici che mettono insieme due Paesi diversi per esperienze e cultura: i colori e l’energia dell’Africa incontrano la creatività e le tradizioni italiane. Così sono nati i cuori della gratitudine Prayers, in tessuto wax originale africano da un lato e stoffe pregiate italiane dall’altro, cuscini morbidi e coloratissimi, tutti diversi, ideali come complemento d’arredo ma anche da abbracciare e da regalare. Un progetto di grande spessore solidale che Coldiretti Donne Impresa ha sposato scegliendo testimonial in tutte le regioni d’Italia per promuoverlo, moltiplicarne gli effetti e contribuire alla realizzazione di un reparto di maternità, di corsi di  formazione per le ostetriche e di una casa d’attesa nella città di Rumbek, nel sud del Sudan, tra i paesi più poveri  dell’Africa.

In questa terra mancano le professionalità mediche, scarseggiano i servizi sanitari, risultano carenti le strutture, molti parti non vanno a buon fine. Da qui la volontà di creare un filo sottile che unisca le donne italiane a quelle africane e nel giorno che si celebra la loro festa oggi, 8 marzo appunto, abbracciare tutte insieme il cuscino, tenerlo stretto tra le mani, assorbirne il profumo speziato che emana e creare una rete di solidarietà che superi ogni barriera, ogni ingiustizia, ogni mancanza.

“#solodalcuore mi dà la possibilità di condividere e supportare questo bellissimo progetto di grande valore umano: dalle donne per le donne”. A parlare è Rossella Ferro, direttore marketing e testimonial per il Molise – scelta da Coldiretti Donne Impresa – dell’iniziativa. “Abbiamo acquistato 100 cuori – afferma – per essere vicini al Sudan che vive da oltre 7 anni una guerra civile devastante. Nel nostro piccolo contribuiamo ad alleviare le loro sofferenze realizzando strutture idonee per le mamme perché vivano in sicurezza il momento del parto e quello immediatamente successivo con personale specializzato e ambienti sterili”. La Molisana mette così un altro tassello al mosaico della solidarietà che la vede sempre impegnata in prima linea: “le storie speciali nascono da ingredienti semplici”.