In scena a Cibus la prima edizione del Gran Premio del Formaggiaio

 

Il 6 maggio, a Fiere di Parma, in occasione di Cibus 2022 (3-6 maggio), si terrà la prima edizione del Gran Premio del Formaggiaio. Il concorso ha come protagonisti i professionisti del banco taglio che si sfideranno con prove pratiche e teoriche sul mondo del latte e dei suoi derivati. Il primo classificato sarà insignito del titolo di Miglior Formaggiaio d’Italia.

L’evento, organizzato dalla Guilde Internationale des Fromagers Italia, in collaborazione con Edizioni Turbo by Tespi Mediagroup, si rivolge ai banconisti dei formaggi, della Grande distribuzione e del Normal trade. “L’obiettivo è valorizzare la professione del formaggiaio, che in Italia non gode di adeguato riconoscimento”, spiega Armando Brusato, presidente della Guilde des Fromagers in Italia. “Ci siamo resi conto, nel tempo, che il termine ‘formaggiaio’ ha assunto nel linguaggio comune un significato non consono alla realtà. Inoltre, non viene riconosciuta l’eccezionale componente di servizio che un banconista preparato può dare al cliente: non serve semplicemente il prodotto, ma fornisce anche informazioni utili a riguardo. Più in generale il formaggiaio sa valorizzare le eccezionali specialità casearie del nostro Paese. Ecco perché intendiamo mettere al centro questa figura professionale”.

Il concorso prevede, per i cinque finalisti, una serie di prove che verteranno sulla competenza professionale, la conoscenza delle tecnologie casearie e del formaggio, la capacità del concorrente di selezionare i prodotti e valorizzare il comparto, esercitando al meglio il mestiere di formaggiaio. Il primo classificato avrà la possibilità di partecipare alla prossima edizione del Mondial du Fromage a Tours (Francia). Il vincitore avrà inoltre diritto a intervenire in qualità di giudice all’edizione successiva del Gran Premio del Formaggiaio. I protagonisti della competizione saranno: Massimo Arcalini, titolare di ‘Formaggeria di passaggio’ a Tortona e diplomato Onaf e Onas; Roberto Guermandi, titolare de ‘L’angolo della freschezza’ di Bologna, giudice di diversi concorsi nel mondo caseario e assaggiatore Onaf; Irene Piazza, allevatrice e casara, oltre alle esperienze sul campo si dedica a consulenze e docenze legate al settore caseario; Daniele Tesei, formaggiaio presso l’attività di famiglia a Pesaro ‘Casa Tesei’ e primo livello Onaf; Elia Toni, responsabile in Italia e all’estero di diverse Botteghe, ora è titolare della propria Bottega con cucina a Cesena;

Per questa prima edizione la giuria sarà composta da cinque professionisti del settore caseario, gastronomico e ristorazione:

 

  • Anna Maria Pellegrino, cuoca, maestra di cucina, food writer, docente di Gastrosofia, Storia ed Evoluzione della Cucina all’Accademica della Cucina Italiana, presidente fondatrice dell’Associazione italiana food blogger (Aifb), consigliere dell’Associazione professionale cuochi italiani (Apci) e ospite fissa e autrice del programma Geo (Rai 3) dal 2015;
  • Michael Belissa, titolare della boutique du fromage Bellison a Clichy (Francia), vanta una lunga esperienza nel mondo della ristorazione, già giudice di concorsi professionali dedicati ai formaggi, oltre che editorialista per la rivista Profession Fromager e membro del Cda dei Fromagers de France; 
  • Alessandro Breda, chef del Gellius di Oderzo (Tv), una stella Michelin dal 2004, con una lunga esperienza alle spalle nella ristorazione: entrato a 19 anni nella brigata di Gualtiero Marchesi, ha poi lavorato nelle cucine di rinomati ristoranti europei;
  • Silvano Romani, imprenditore parmense che con passione seleziona prodotti gastronomici tipici del territorio per proporli nei suoi 11 punti vendita tra Parma e Reggio Emilia; 
  • Renato Brancaleoni, affinatore di formaggi pluripremiato, prosegue l’attività di famiglia tramandata da generazioni. Nel 1997 apre l’Osteria dei Frati, la cui proposta culinaria è incentrata su formaggi e salumi.

 

Appuntamento, dunque, venerdì 6 maggio, ore 9.30, presso la Sala Plenaria (Pad. 1) di Fiere di Parma per assistere alla competizione.

 *** *** *** 

 Tespi Mediagroup

Tespi Mediagroup racchiude un pool di società di comunicazione ed editrici specializzate nell’informazione b2b. In particolare, Edizioni Turbo e Sport Press, attraverso circa 30 riviste cartacee e prodotti multimediali, forniscono strumenti di informazione puntuale e approfondita per gli attori dei settori food, technology, entertainment, beauty, moda e sport. Del settore food fanno parte: Salumi&Consumi, Salumi&Tecnologie, Carni&Consumi, Formaggi&Consumi, Formaggi&Tecnologie, DolciSalati&Consumi, Bio&Consumi, Bio&Consumi – Green Lifestyle, Grocery&Consumi, Vini&Consumi, Beverage&Consumi, FreeFrom Review, Luxury Food & Beverage Magazine, The Italian Food Magazine, Tech4Food,  Italy For Asia, b2B beautyToBusiness, Hc HOME CARE

Del gruppo fa parte anche Blossom Communication, agenzia creativa fra le più dinamiche del settore.

 

Guilde des Fromagers

Fondata in Francia nel 1969 da Pierre Androuet, e presente in Italia dal 2015, la Guilde des Fromagers è un’organizzazione non-profit che si propone di riunire i professionisti del settore lattiero caseario a qualsiasi livello. Si è unita alla Confraternita di St. Uguzon, che è riservata a gourmet, ristoratori, uomini di scienza e arte, media e a tutte le persone che hanno il palato adatto a scoprire i piaceri dei prodotti caseari. La missione della Guilde è quella di promuovere la nobiltà dei prodotti lattiero caseari e del lavoro delle donne e degli uomini che operano in questo settore. La Confraternita di St. Uguzon, invece, premia gli interventi di quelle persone che con il loro impegno pubblico o politico promuovono i prodotti del territorio.

L’associazione, oltre che in Francia e in Italia, è presente in molti paesi europei ed extraeuropei per un totale di 33 paesi membri.