INALPI SPA è presente cibus al Pad 02 Stand D026

I prodotti Inalpi presentati sul mercato nel 2020, un anno particolare che ha segnato pesantemente l’economia mondiale, sono uniti da un tanto sottile quanto fondamentale filo rosso. L’attenzione alla qualità e al territorio, uniti al sostegno delle comunità che in esso operano, sono il denominatore comune di una filosofia che da sempre caratterizza l’azienda di Moretta.
Ed è proprio all’inizio del periodo pandemico che Inalpi ha espresso la sua storica capacità di vicinanza al territorio, attraverso il ritiro delle eccedenze di latte in tutto il Piemonte, che si sono venute a creare a causa della chiusura completa di tutto il comparto Ho.Re.Ca e alla riduzione della richiesta di trasformazione in prodotto, evento al quale sarebbero sicuramente seguiti forti disagi economici per gli allevatori e un ingente spreco di materia prima.

Un supporto che si è nuovamente concretizzato, nel mese di settembre 2020, con l’ingresso di Inalpi nel mercato degli yogurt biologici, con le Bio Bontà di Varese Ligure, una referenza ottenuta per tradizionale concentrazione evaporativa senza l’utilizzo di proteine aggiunte ed addensanti, referenza ideale per poter gustare un prodotto della tradizione casearia. Un progetto diventato realtà con la chiusura dell’accordo di concordato in continuità per l’affitto del ramo d’azienda della Ars Food di Varese Ligure, nel Biodistretto della Val Vara. Una volontà precisa,  scelta specifica fatta nel rispetto di una filosofia aziendale che privilegia da sempre la qualità, il saper lavorare bene ed il territorio.  Nasce così un progetto anche sinonimo di futuro per un’intera Regione, la Liguria, nella quale il Biodistretto riveste un’importanza economica fondamentale, e si apre un nuovo mercato, quello degli yogurt biologici. Un’operazione che, oltre ad essere indice del proseguimento della crescita di Inalpi, è diventata anche sinonimo di garanzia e sostegno: la produzione è proseguita regolarmente e tutti i livelli occupazionali sono stati mantenuti.

E sempre nel 2020 Inalpi ha saputo rispondere alle crescenti richieste di mercato, anche con la Mozzarella Latterie Inalpi, prodotta da cagliata, con latte di filiera corta e certificata, confezionata in panetti da 250, 400 gr e 1 kg, senza liquido di governo, presente sul mercato sia nella versione convenzionale che in quella Bio. Una referenza che ha acquisito un ottimo posizionamento soprattutto all’interno della grande distribuzione di marca, in ragione del consenso ottenuto da numerosi player del mercato e alla notevole capacità di produzione che si è confermata tale in momenti particolarmente complessi come quelli legati all’emergenza Covid -19. Il moderno impianto Inalpi, per la produzione di Mozzarella, ha infatti lavorato a pieno regime per soddisfare le numerose richieste del mercato, sia esso GDO che quello artigianale, che ha visto, in quel periodo particolare, un aumento considerevole della domanda. La Mozzarella Latterie Inalpi ha quindi saputo conquistare una buona ponderata e, laddove inserita, ha mantenuto un’ottima presenza di mercato.

E per proseguire un cammino che mette al primo posto la qualità della materia prima e del prodotto, sempre nel 2020, Inalpi ha lanciato il Grattugiato Italiano senza lisozima lavorato e stagionato nello stabilimento di Peveragno in provincia di Cuneo, viene asciugato in tele di lino, ed è prodotto senza lisozima. La confezione con chiusura Salvafreschezza, ne garantisce la conservazione e il sapore, anche dopo l’apertura del prodotto.

Una referenza che nasce per dare al mercato un prodotto di qualità superiore, prodotto con latte 100% di filiera corta e certificata Inalpi, con una lista ingredienti breve sinonimo di altissima qualità della materia prima utilizzata. Il Grattugiato Italiano Inalpi è dunque il prodotto che mancava, un formaggio a pasta compatta e perfetta per essere grattugiata fresca, un prodotto genuino privo di lisozima, conservante naturale derivato dall’uovo. Per dare risposta a tutte le richieste del consumatore, Inalpi ha inoltre ampliato la propria Gamma Bio, nella quale è presente il Formaggio Piemontese Bio Grattugiato, prodotto di filiera corta e certificata 100% piemontese, proveniente da sole stalle BIO, e prodotto presso lo stabilimento di Peveragno.

Con l’edizione 2021, l’azienda di Moretta si presenta alla prima Fiera di Settore con alcune imperdibili novità nei mercati presidiati tradizionalmente e con prodotti non ancora presenti nella pipe line delle referenze.

Le FETTINE GOURMET, rappresentano la risposta all’abitudine di consumare in casa piatti elaborati o sfiziosi panini valorizzando i formaggi DOP italiani ed i localismi più apprezzati. Fettine Gourmet al Grana Padano D.o.P, Fettine al Gorgonzola, Fettine al Pecorino Stagionato, Fettine alla Scamorza affumicata rappresentano una referenza per la valorizzazione del display della distribuzione moderna e degli scaffali del libero servizio. Perfette per essere abbinate a promozioni In & Out,in continuativo e per valorizzare altre classi merceologiche.

Sweet Milk è invece la referenza che Inalpi presenta al CIBUS ed è per l’organizzazione di Moretta un approccio al mercato davvero innovativo: ricettazione, produzione e approccio ad un mercato molto competitivo.

Latte spalmabile in vasetto di vetro offerto in Purezza oppure al Dulche du Leche, Cocco e alla Fragola vogliono essere l’offerta differente per il libero servizio degli spalmabili.