Lungarotti partecipa a Cantine Aperte per promuovere la cultura del bere consapevole

 

Maggio 2022 – Anche Lungarotti, storica cantina dell’Umbria, partecipa alla trentesima edizione di Cantine Aperte, appuntamento promosso dal Movimento Turismo del Vino per avvicinare gli eno-appassionati al mondo dei produttori. Quest’anno, il leit-motiv della manifestazione sarà l’educazione al bere consapevole, messaggio di cui Lungarotti si è sempre fatta promotrice e che, in occasione di Cantine Aperte, si concretizzerà in una serie di iniziative solo su prenotazione, che coinvolgeranno piccoli gruppi, per garantire la massima sicurezza sul fronte dei contagi, ma soprattutto per valorizzare il significato etico e salutistico del vino, raccontarne la storia e il lavoro dei vignaioli e le peculiarità dei vini che vanno sempre consumati con moderazione e consapevolezza.

In particolare, sabato 28 maggio, nella Tenuta Lungarotti di Torgiano, dalle 10 alle 18, si svolgeranno le visite guidate alla cantina (su prenotazione) che si concluderanno con la degustazione dei vini più rappresentativi dell’azienda: i due bianchi più rinomati, il Torre di Giano 2021 – Bianco di Torgiano DOC e il Torre di Giano Vigna il Pino 2018 – Bianco di Torgiano DOC, considerato un antesignano dei bianchi italiani affinati in legno; a seguire, i due rossi portabandiera, il Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2017 – Torgiano Rosso Riserva DOCG, nominato più volte tra i migliori rossi italiani, e Rubesco 2019 – Rosso di Torgiano DOC che quest’anno compie 60 anni.

Per chi desidera trattenersi fino a cena e assaggiare altre etichette, presso l’Enoteca della Cantina sarà possibile partecipare, sempre su prenotazione, all’iniziativa A Cena con il Vignaiolo per degustare le specialità di un menù vegano o di uno a base di carne proposte dallo chef Angelo Belotti, in abbinamento con i vini di Lungarotti (posti limitati).

Sempre sabato 28 maggio, presso la Tenuta Lungarotti di Montefalco, dalle 10 alle 18, si terranno le visite guidate della cantina (su prenotazione) con degustazione di una selezione di 3 vini biologici dell’azienda.

Domenica 29 maggio, proseguono i wine tour sia a Torgiano che a Montefalco. In particolare, a Torgiano, sempre su prenotazione, si potrà scegliere tra 4 tipologie di visita con degustazione (a seconda dell’orario prescelto): I Bordò, vini inusuali della regione bordolese, Verticale di San Giorgio, I piccoli grandi Champagne, I Sangiovese nelle loro terre. E mentre gli adulti saranno impegnati nel tour, i bambini potranno partecipare, dalle 11 alle 17:30, ai laboratori didattici gratuiti (sempre su prenotazione) tenuti dal Post, Museo della Scienza di Perugia. Dalle 12, Brunch di Cantine Aperte (prenotazione obbligatoria) a cura dell’Antica Porchetteria di Granieri dal 1916.

Ricco il programma domenicale anche nella Tenuta di Montefalco: si parte la mattina con il pilates in vigna (se il meteo lo consente) e si prosegue con i wine tour con degustazione dei vini bio (dalle 10 alle 18) e i picnic con lunch box da assaporare tra i filari. Il tutto allietato da musica dal vivo.  

Come ogni anno, sia a Torgiano che a Montefalco, si rinnova la partnership con AIRC che fornirà un calice (7,50€) che darà diritto ad un solo assaggio. L’incasso verrà devoluto all’associazione per finanziare la ricerca contro i tumori.

Infine, per tutta la durata della manifestazione, sarà possibile visitare il Museo del Vino di Torgiano, gestito dalla Fondazione Lungarotti, che racconta la storia millenaria del vino dalle origini ad oggi, beneficiando di un ingresso ridotto.

 

Info e prenotazioni:

Torgiano: enoteca@lungarotti.it, tel 075 9886649,

Montefalco: montefalco@lungarotti.it tel 0742 378868

*** *** ****

Lungarotti è un’azienda vinicola storica dell’Umbria, fondata a Torgiano da Giorgio Lungarotti e oggi guidata dalle figlie Chiara e Teresa, coadiuvate dalla madre Maria Grazia e dai nipoti Francesco e Gemma. Conta in tutto 250 ettari di vigneti, dislocati tra la Tenuta di Torgiano (230 ha, certificata VIVA dal 2018) e quella di Montefalco (20 ha, certificata biologica dal 2014), dove si pratica una viticoltura attenta alla sostenibilità e alla biodiversità. Le due cantine producono in tutto 29 etichette, tra cui il Rubesco Riserva Vigna Monticchio – Torgiano Rosso Riserva DOCG, tra i migliori vini rossi italiani, e il Rubesco – Rosso di Torgiano DOC, profonda espressione dell’Umbria.