Oscar del Vino 2022: il Cadelvento Rosé di Venturini Baldini in lizza per aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento!

L’etichetta è candidata per la categoria miglior rosé

 Il premio dal nome cinematografico – firmato da Fondazione Italiana Sommelier (Fis) e Bibenda –

torna in scena a Roma sabato 18 giugno, dalle ore 14 alle ore 21

Riflettori puntati – è proprio il caso di dirlo – su Venturini Baldini. La storica Tenuta di Quattro Castella nel cuore della provincia di Reggio Emilia, dal 2015 di proprietà di Julia e Giuseppe Prestia vivrà la magia dell’Oscar del Vino – giunto alla sua 22° edizione – grazie al suo pluripremiato spumante rosato, il Cadelvento Rosé 2020. Il celebre premio internazionale del vino, firmato da Fondazione Italiana Sommelier (Fis) e Bibenda è in programma per sabato 18 giugno 2022 e sarà un’imperdibile occasione per la Tenuta di Quattro Castella IL Reggiano Lambrusco Spumante Brut Cadelvento. Dal profumo suadente e persistente e dal carattere spigliato e giovanile, il Cadelvento 2020 è ufficialmente tra le nomination di questa prestigiosa Kermesse.  Questa elegante bollicina intrepreta in maniera impeccabile in vitigno e un territorio, la sua performance gli è valsa la candidatura.

La manifestazione avrà luogo nel più grande Centro Internazionale di Cultura del Vino e dell’Olio, segue i ritmi, tempistiche e modalità del grande premio cinematografico da cui prende il nome: i candidati – divisi per categoria (dal miglior rosso, al miglior vino dolce, passando per spumanti, bianchi, rosati …) saranno presentati con una degustazione in 8 tempi e 3 etichette ciascuna. A decretare i vincitori sarà una giuria trasversale, che potrà votare online e i cui voti si sommeranno a quelli delle persone in sala, il vincitore dell’“Oscar” sarà decretato in tempo reale come nella serata al Dolby Theatre di Los Angeles. And the winner is….

In ogni caso tra i protagonisti dell’evento ci sarà il Cadelvento Rosè di Venturini Baldini, nominato per la categoria “Miglior Vino Rosato”. Lambrusco spumante rosato dall’anima fruttata e floreale e dal corpo asciutto e avvolgente, è prodotto secondo un metodo Charmat corto, in grado di rendere il suo sorso vivace, fresco, sapido ed equilibrato. Un vino che sarà senz’altro capace di stupire i partecipanti alla degustazione grazie ai suoi profumi leggeri e minerali, di fiori e piccoli frutti rossi. Cadelvento vuole raccontarci tutta l’eccellenza di una regione che, se si parla di vino, ha parecchio da offrire, rafforzando ancora una volta la volontà dell’azienda di proporsi come produttore di spumanti Emiliani di alta qualità. 

Stay tuned!