Ceppeto Chianti Classico DOCG 2018 14,5 Vol. Vino Biologico dell’Azienda Mannucci Droandi.

Nel calice ci affascina con il suo colore Rosso rubino intenso e con i suoi lievi riflessi granati sull’orlo del bicchiere. Queste ricche sfumature cromatiche ci invitano ad avvicinare il naso al bicchiere per scoprire quali profumi ci riserva questo nettare. Aromi e profumi che si articolano da un piacevole sentore floreale di viola, per poi arricchirsi di frutta rossa, amarena e ciliegia prevalentemente in confettura ma ancora integra.  Girando ancora il bicchiere e seguendo il rituale della degustazione ecco che ci inebriano note di vaniglia e di tabacco dolce e, a tratti, pepe nero e non smentiscono la complessità tipica del vitigno.

In bocca si lascia apprezzare per la sua calda avvolgenza, la sua trama tannica è decisa e gli apporta personalità e struttura, di ottima acidità e ricca mineralità. Chiude lungo lasciando il palato pulito e rimane coerente con le sue note fruttate. Un vino di carattere e schietto che rispetta le caratteristiche del territorio.

oznorCOQR

Abbinamenti: Carni alla brace, la classica fiorentina, arrosti e formaggi non troppo stagionati.
Punti: 94
Il vino in breve:
Tipo di vino: Chianti Classico Docg
Vitigni: Sangiovese 90%, Canaiolo e altre varietà toscane a bacca rossa 10%
Media bottiglie annue: 15.000
Metodo adottato: Biologico
Tipo di impianto: cordone speronato corto Densità di ceppi per ettaro: 3.000 – 5.000
Età media del vigneto: 25 anni
Resa per ettaro: 40 quintali di uva
Tipo di suolo: di medio impasto, ricco di argille e scheletro (Macigno del Chianti)
Altitudine: 350 mt
Controllo temperatura in fermentazione: no
Affinamento: 3 mesi in tini di cemento, 18 mesi in piccole botti di rovere e 3 mesi in bottiglia.
Filtraggio: si Chiarificazione;
Solforosa: 41 MG/LT.
Gradazione alcolica: 14,5% Vol.
Temperatura di servizio: 18° Caratteristiche organolettiche:

Altro / note: l’uva destinata alla produzione del CEPPETO viene selezionata nella vigna tramite la raccolta manuale, divisa per vigneto; portata in cantina, viene anche fermentata per singolo vigneto; durante l’affinamento in legno, nel corso dei necessari travasi, si ottiene infine l’assemblaggio definitivo

Enologo: Gianfrancesco Paoletti

*** *** ***

Il Vigneto (dal sito del produttore).

Sei ettari di terreno di medio impasto tendente all’argilloso, con forte presenza di scheletro, ottimamente esposti, ad una altitudine media di 300 m.s.l.m., assicurano le migliori condizioni produttive che, unite a scelte agronomiche adeguate (conduzione del terreno con lavorazioni minime, allevamento a cordone speronato corto, gestione della chioma in estate, diradamento dei grappoli, sfogliatura e vendemmia in vari passaggi), garantiscono uve di qualità elevatissima.

L’azienda

Mannucci Droandi è una storica azienda situata in Valdarno sin dai primi del XIX° Secolo. Attualmente è gestita dalla Società Agricola Nuova Agricoltura S.r.l., con Amministratore Unico Maria Grazia Mammuccini, Dal 2000 è a conduzione Biologica certificata e si dedica alla valorizzazione dei vitigni autoctoni, prevalentemente  Sangiovese. Responsabile dei vigneti e della cantina è Roberto Giulio Droandi.

Attualmente consiste di due corpi principali. Il primo, il podere Campolucci (dal latino “campo del bosco sacro”), è costituito da una grande casa colonica (già presente nei Catasti Granducali, è tuttora il centro aziendale ed ospita la cantina), da vigneti e da oliveti specializzati. Campolucci è situato sulle pendici orientali dei Monti del Chianti (comprensorio del Chianti, sottozona dei Colli Aretini) ad un’altitudine di 250 m.s.l.m., sulla sommità di una collina esposta a Sud che guarda l’antico borgo fortificato di Caposelvi, nei pressi di Mercatale Valdarno (Comune di Montevarchi, Provincia di Arezzo).

Il secondo corpo è il podere Ceppeto, costituito da vigneti e da oliveti piantati attorno ad una grande casa colonica di pietra squadrata (edificata nel XVIII° secolo sui resti di un antico romitorio). E’ situato anch’esso sul versante Est dei Monti del Chianti (comprensorio del Chianti Classico) e più precisamente sulla pendice Sud (a 400 m.s.l.m.) della collina dominata dal castello di Starda (Comune di Gaiole in Chianti, Provincia di Siena).

Il vigneto sperimentale

Coerentemente con la scelta di salvaguardare la biodiversità, da tempo l’azienda collabora con l’Unità di Ricerca per la Viticoltura di Arezzo, grazie alla realizzazione di un vigneto sperimentale nel quale sono stati piantati vecchi vitigni un tempo diffusi nella zona ed ora a rischio di estinzione. Con le uve di quelle vecchie varietà sono state effettuate delle microvinificazioni che hanno offerto indicazioni promettenti: perciò, alcuni dei vitigni più interessanti, come Foglia Tonda, Barsaglina, o Pugnitello sono stati riprodotti e piantati in quantità nei nostri vigneti, per arricchire e caratterizzare gli uvaggi e, vinificati in purezza, per restituirci la possibilità di provare sensazioni ormai dimenticate.

Gli olivi e l’olio

L’Azienda possiede sei ettari di oliveto del podere Ceppeto, piantati in buona parte su antichi terrazzamenti sostenuti da muri di pietra “a secco”, qui viene prodotto in regime di agricoltura biologica l’Olio Extra-Vergine di Oliva del Chianti Classico D.o.p. (Denominazione di origine protetta), dalle varietà Moraiolo, Frantoio,  Leccino e da altre tradizionali. La raccolta è manuale precoce e la molitura entro poche ore effettuata a freddo, ne esce un olio eccellente, di colore giallo dorato con riflessi verde brillante, intensamente profumato, dal corpo importante e dal gusto inconfondibilmente fruttato.

 

Contatti:

Società Agricola Nuova Agricoltura S.r.l.
Sede Legale e operativa: Via Rossinello e Campolucci 61/62, Loc. Caposelvi, 52025 Montevarchi (AR), Italia
Tel. : +39 055 9707276 – 348 6540693
e-mail: info@mannuccidroandi.com
web: www.mannuccidroandi.it, www.sanagricoltura.it

L’Autore

——————————————————————————————————————————–